Resta aggiornato! Iscriviti alla nostra NEWSLETTER.
Newsletter Ricevi HTML?

Tanzania progetti

Progetto Simama

Inaugurazione Iwindi

Cosa è Simama

Simama - In Piedi! è un progetto triennale (2013-2015) cofinanziato dalla Provincia Autonoma di Trento e dal nostro partner Comunità Solidali nel Mondo ONLUS, finalizzato alla “replicazione di modello” del sistema di servizi riabilitativi e sociali avviati nel progetto INUKA per i bambini con disabilità nella nuova Regione di Mbeya, in partenariato con l’omonima Diocesi e basandosi sul medesimo approccio “Riabilitazione su Base Comunitaria” (OMS: 2010) che abbiamo sperimentato con successo nel recente triennio. La Regione di Mbeya, contigua alla Regione di Njombe in cui già operiamo, si trova all’estremo sud ovest della Tanzania, al confine col Malawi e lo Zambia. Il progetto mira però anche a consolidare le attività inaugurate nel progetto Inuka, focalizzandosi su misure di prevenzione delle disabilità infantili.

Una necessaria premessa

Immagine_592Grazie al lavoro svolto INUKA, da nome di “semplice” progetto è divenuto nome di un programma riabilitativo riconosciuto e apprezzato in tutta la Tanzania, e da ultimo anche nome di un soggetto gestore, Inuka Southern Highlands Rehabilitation, costituito tra la Diocesi di Njombe e i partner italiani del progetto INUKA (Gondwana, Cesc Project, Comunità Solidali nel Mondo Onlus) e accreditato presso il Ministero della Salute della Tanzania per l’implementazione di servizi riabilitativi “community based” su tutto il territorio nazionale. I risultati, le strutture riabilitative realizzate nel precedente progetto e la gestione dei servizi connessi sono stati consegnati a Inuka Southern Highlands Rehabilitation, che sarà anche il partner locale del progetto Simama.

Gli obiettivi del progetto Simama

Il progetto persegue l’obiettivo generale di contribuire al miglioramento delle condizioni socio-sanitarie dei bambini e degli adolescenti disabili dei due territori coinvolti, Regione di Njombe e Regione di Mbeya, in termini di migliori chances di integrazione sociale delle persone con disabilità nel proprio contesto di vita e maggiori possibilità di recupero e riabilitazione, in termini di aumento delle autonomie di base e avanzate, maggiori aspettative di durata della vita, mitigazione delle difficoltà correlate alla condizione disabile dal punto di vista sia clinico sanitario che sociale.

Nell’area di Mbeya il progetto intende:

  • Favorire processi di sviluppo del tessuto locale (società civile e istituzioni locali) verso la presa in carico del sistema di welfare locale rappresentato dal programma CBR Inuka Alza la Testa!
  • Mitigare o ridurre i casi di trattamento tardivo delle disabilità congenite o da trauma da parto, causa di severe compromissioni dell’efficacia dei protocolli riabilitativi e delle correlate chances di recupero delle funzionalità.
  • Mitigare i fattori culturali responsabili del deterioramento sociale e familiare conseguente alla nascita di un bambino con disabilità: abbandoni familiari del coniuge, abbandoni del neonato.

Nell’area di Njombe il progetto intende:

  • Favorire l’accesso della popolazione disabile infantile distribuita nei villaggi rurali a programmi di riabilitazione socio sanitaria basati sul programma CBR.
  • Mitigare la cronicizzazione delle disabilità motorie e mentali e favorire il recupero delle funzionalità di base (deambulazione, linguaggio ecc.) dei soggetti in trattamento.
  • Contrastare le principali cause culturali e organizzative di esclusione dei bambini con disabilità dai processi sociali e formativi locali (partecipazione sociale attiva dei bambini e delle famiglie, inclusione sociale e familiare, aumento dell'inclusione scolastica).

I beneficiari del progetto

I beneficiari del progetto sono bambini in età 0 – 14 anni con disabilità e disordini dello sviluppo sia psichico che fisico, residenti nelle due regioni di Njombe e Mbeya. Vogliamo raggiungere coi nostri servizi di riabilitazione su base comunitaria almeno 360 bambini nella Regione di Mbeya Rurale, e inserire a scuola accompagnandone il processo di integrazione almeno 50 bambini. A Njombe ci prefiggiamo di raggiungere con i nostri servizi di prevenzione almeno 500 bambini.

Le attività che realizzeremo nel ciclo di progetto (2013-2015)

Nella Regione di Mbeya si avvierà un complesso di servizi riabilitativi e sociali per i bambini con disabilità residenti soprattutto nei contesti rurali extraurbani, basandosi sull’istituzione di 4 centri socio riabilitativi che possano innervare il territorio, rendendo accessibili i servizi. I Centri fungeranno anche da snodo di coordinamento delle azioni a dispersione territoriale basati sulle visite domiciliari nei villaggi. Le misure di accompagnamento saranno:

  • un programma di formazione del personale socio sanitario e riabilitativo;
  • istituzione di un fondo di microcredito per l’accesso al credito delle mamme di bambini con disabilità;
  • un programma di inclusione scolastica dei bambini con disabilità inclusivo di azioni di abattimento delle barriere architettoniche nelle scuole e formazione degli insegnanti.

Nella Regione di Njombe si interverrà in raccordo con gli ospedali e gli altri “nodi” della sanità locale sulla formazione del personale infermieristico e medico, soprattutto per gli i reparti e le unità di assistenza al parto, sulla rilevazione e registrazione dei segnali predittori della disabilità (pianto prolungato alla nascita, indice di apgar, stati febbrili ecc.) e sull’invio precoce in trattamento. In pieno paradigma “community based” si interverà però anche sulla sensibilizzazione comunitaria, intercettando gli snodi tipici in cui si articola la società rurale tanzaniana (villaggi, parrocchie, moschee, scuole), per trasmettere alle famiglie e soprattutto alle puerpere una corretta informazione sui segnali e i fattori di rischio della disabilità, ma anche sulle concrete possibilità di recupero funzionale in caso di accertata disabilità attraverso un tempestivo invio al trattamento specializzato.

Campo di lavoro 2011

 

campilavoro

Anche quest'anno il villaggio di Wanging'ombe in Tanzania riapre la porte ai volontari che vogliono partecipare dell’esperienza del campo di lavoro internazionale.

Leggi tutto...

Progetto "Wamama"

gondwana_logo

Il progetto Wamama si sviluppa in Tanzania (Republic of Tanzania), nella Regione di Njombe, provincia di Wanging’ombe  e promuove l‘ inclusione sociale dei bambini disabili

Leggi tutto...

Campi di lavoro

campilavoro

Abbiamo raccolto i loro diari dove c’è un po’ tutto: la fatica, la gratificazione del lavoro insieme ai 44 colleghi “volontari” africani, la scoperta di una responsabilità condivisa nei confronti della Comunità, ma anche le riflessioni più genuine sussurrate nelle lunghe e luminose notti africane.

Leggi tutto...

africa