Blog di gondwana

Servizio Civile in Ecuador

2016 gli inizi...

...oggi 2019

0
Volontari
0
Sede
0
Volontari
0
Sedi

Il nostro legame con l’Ecuador nasce già alla fine degli anni ’90 quando iniziano le prime missioni e i primi interventi dei nostri operatori sul territorio.
É in questi anni che ex obiettori di coscienza e cooperanti cominciano a tessere la rete che nel tempo è diventata la struttura che realizza a livello locale le attività dei progetti di servizio civile. Gli spazi di scambio e condivisione con le realtà locali che si impegnavano in favore delle fasce più vulnerabili della popolazione ci ha permesso di acquisire una profonda conoscenza dei bisogni della popolazione e del territorio sui quali abbiamo ritagliato la risposta che il servizio civile poteva apportare.

Dal primo progetto avviato nel 2016 sono stati 46 i volontari in servizio civile in Ecuador nelle realtà locali della rete sostenuta da Gondwana.

Con i minori a Ibarra

Bambini bambine e adolescenti che non hanno la possibilità di crescere con le cure di una famiglia che si occupi di loro, trovano accoglienza nelle tre case famiglia gestite dalla Fondazione Cristo de la Calle, nostro partner a Ibarra. Il nostro contributo attraverso i progetti di Servizio Civile è di accompagnarli nella loro quotidianità per garantirgli un’esistenza serena e nuove opportunità di vita.

Gli operatori di servizio civile condividono con loro le cose più semplici ed i momenti più significativi della loro giornata, dal risveglio alla “buonanotte”, accompagnandoli nella strada che passo dopo passo li porterà a diventare grandi!

Con le persone con disabilità
a Quito

388149_100574896758758_2091818686_n

In Ecuador le persone con disabilità hanno ancora poche possibilità di condurre una vita dignitosa ed accedere alle cure e ai servizi di cui avrebbero bisogno. A Carcelen, nella periferia nord di Quito la Fondazione Fucavid, partner locale del progetto, gestisce un Centro diurno per disabili e lavora per permettere loro di raggiungere quelle condizioni di indipendenza e autonomia che sono alla base dell’esistenza che ogni essere umano merita.

Il contributo degli operatori di servizio civile è quello di supportare le attività del centro, accompagnandoli giorno dopo giorno con l’obiettivo di rimuovere le barriere sociali e culturali che causano le condizioni di marginalità, ridurre le disuguaglianze e favorire l’inclusione socio-lavorativa delle persone con disabilità che frequentano il centro.

Con i campesinos e le popolazioni indigene tra le Ande e l'Amazzonia

36rwuT82RDG9eEE+bkYaOA_thumb_1cd5

L’Ecuador è uno dei paesi al mondo con maggiore biodiversità. Alla ricchezza naturale della Pachamama si unisce un patrimonio culturale e popolare colorato da profonde diversità. Il FEPP opera a livello nazionale a supporto delle comunità che hanno maggiormente conservato la propria autenticità, al fianco delle popolazioni rurali e originarie.

Il contributo degli operatori di servizio civile è di supportare le attività nelle comunità con l’obiettivo di attivare processi di sviluppo sostenibile, generatore di reddito, duraturo, accompagnato da una adeguata formazione, in equilibrio con l’ambiente e rispettoso dei diritti umani.

Close Menu